Portogallo-Italia, le pagelle

PORTOGALLO-ITALIA, LE PAGELLE

***

DONNARUMMA – 6.5
Battuto da André Silva, voleva andarsene dal Milan prima lui.

LAZZARI – 5
Male quando difende, meglio quando spinge. Potrebbe prendere il posto di Fenati in Moto2.

ROMAGNOLI – 6 
Capisce quello che bisogna fare: mettersi sulla linea e respingere i tiri. Lo avessero fatto anche gli altri 9, forse avremmo pareggiato 0-0.

CALDARA – 5,5 
Riesce a far rimpiangere Chiellini in impostazione e Bonucci in marcatura.

CRISCITO – 5,5
Vedendo questa Nazionale ha chiesto di essere indagato di nuovo per il calcioscommesse.

dal 74’ PALMIERI – 5
Entra nel finale ma dimostra di non avere ancora i 15 minuti nelle gambe.

CHIESA – 6 
È l’unico che cerca di cambiare qualcosa, tanto che dopo la partita dicono di averlo visto andare a chiedere la cittadinanza portoghese.

CRISTANTE – 5
Data l’esperienza al Benfica e la prestazione di ieri, l’unica spiegazione è che sia allergico al Portogallo.

dal 79’ BELOTTI – S.V.
Entra per fare coppia con Zaza e dimostra solo che in allenamento giocano in due squadre diverse.

JORGINHO – 5 
Lento e impacciato, la sua presenza in campo è giustificata solo dalla necessità di non far calciare Zaza in caso di rigore.

BONAVENTURA – 5.5
Si allarga e cerca giocate mai banali che lo portano a perdere palla sempre in modo diverso.

IMMOBILE – 5
Eredita da Balotelli la fascia di capitano. Che a quanto pare conferisce il dono dell’invisibilità.

dal 59’ BERARDI – 6
Entra per dare vivacità al nostro attacco, che è come provare a dissetarsi bevendo un bicchiere di pangrattato.

ZAZA – 6 
Celebra l’inizio del nuovo anno scolastico con il più classico dei “si applica, ma non rende”.

MANCINI – 4,5
Nonostante la sconfitta, il miglioramento rispetto a Ventura è evidente: in Nations League almeno siamo qualificati.

(immagine: http://www.spaziocalcio.it)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.