Il 2017 dalla A(talanta) alla Z(anardi)

Come ogni anno, è arrivato il momento di ripercorrere tutto ciò che è successo negli ultimi 12 mesi. Stavolta grazie all’utilizzo del VAR.

***

A
Atalanta – Dopo un ottimo campionato, la squadra di Gasperini si è qualificata per l’Europa League e ha vinto il suo girone, dimostrando che in quella competizione si può far bene anche se si ha la maglia nerazzurra.

B
Brignoli, Alberto – Il suo gol nei minuti di recupero contro il Milan ha portato a un evento storico: il primo punto di Gattuso in Serie A.

C
Cagnotto, Tania – La più grande tuffatrice italiana si è ritirata e ora aspetta una bambina. Siamo certi che le si romperanno le acque senza schizzi.

D
Donnarumma, famiglia Avremmo voluto solo Gianluigi, ma si sa come vanno queste cose.

F
Federer, Roger – Con un incredibile 2017, si è ripreso quello che è suo: il secondo posto dietro Nadal.

G
Gatlin, Justin Non voleva essere ricordato per sempre come il dopato recidivo al quale cancellarono il record dei 100m e grazie ai mondiali di Atletica del 2017 ci è finalmente riuscito: ora verrà ricordato come il dopato recidivo che ha rovinato la festa di Bolt alla sua ultima gara.

H
Hamilton, Lewis A chi lo accusava di vincere solo grazie a una macchina imbattibile, ha dimostrato che non è vero: gli serve anche un compagno di scuderia scarso.

E
Equilibri – Se sono qui, è colpa di Bonucci.

I
Il VAR Non abbiamo ancora capito: è maschile, vero?

J
Joshua, Anthony – Fino all’ultimo pareva che per la J dovesse vincere la Juventus, ma ha perso in finale contro il pugile inglese che ha sconfitto Klitschko nel match dell’anno.

K
Kaepernick, Colin Il giocatore dei San Francisco 49ers si è inginocchiato durante l’inno nazionale statunitense per protestare contro la violenza sui neri, causando grandissime polemiche, specialmente fra i poliziotti. Che i bersagli li preferiscono mobili.

L
La VAR – Non abbiamo ancora capito: è femminile, vero?

M
Mbappé, Kylian Il giovane francese è stato acquistato dal PSG per 180 milioni di euro. Non abbiamo i dati sottomano, ma è sicuramente diventato il giocatore più costoso di sempre, senza discussioni.

N
Neymar Come non detto.

O
Oro – Con la medaglia vinta ai Mondiali nei 200 s.l. è tornata finalmente sulle prima pagine per motivi diversi dal gossip l’ex fidanzata di Filippo Magnini.

P
Pellegri, Pietro Con i due gol segnati alla Lazio, è diventato il più giovane calciatore italiano a sparire dopo una doppietta.

Q
Qarabag – Partecipa alla sua prima edizione della Champions League e pareggia due volte con l’Atletico Madrid, ottenendo così un risultato storico: permettere alla Roma di vincere un girone di Champions.

R
Ronaldo, Cristiano – Con una stagione strepitosa si è portato a casa il suo quinto Pallone d’Ottone. O almeno questo è quanto avrebbe dichiarato al fisco.

S
Sagan, Peter – Ha compiuto un’impresa mai vista prima, diventando il primo ciclista a vincere 3 mondiali consecutivi senza farsi scoprire.

T
Totti, Francesco – Il suo addio al calcio ha rappresentato un dramma per gli italiani che amano la maglia numero dieci. Ma mai quanto l’arrivo di Çalhanoğlu.

U
Under 21, Europei – Buona prova dei ragazzi di Di Biagio, che hanno dimostrato ai colleghi più grandi che si può arrivare perfino in semifinale, se la Spagna si incontra solo a quel punto.

V
Ventura, Gian Piero – È stato incolpato di aver fallito la qualificazione ai mondiali del 2018, quando invece con una squadra così scarsa nessuno avrebbe potuto far meglio. Se escludiamo l’allenatore della Svezia.

W
Weah, George – È diventato presidente della Liberia e una delle prime telefonate che ha ricevuto è stata di Berlusconi. Che voleva chiedergli se poteva fingere di avere una nipote.

X
Xabi Alonso – Il pluridecorato giocatore spagnolo si è ritirato dal calcio regalandoci un momento meraviglioso: quello in cui abbiamo trovato qualcuno da mettere alla lettera X.

Y
Yonghong Li – Sta riuscendo a far tornare il Milan quello di una volta: non perdeva 8 partite nelle prime 18 dal 1981/1982.

Z
Zanardi, Alex – Ha battuto l’ennesimo record, quello dell’Ironman Full Distance, percorrendo 226 km totali tra nuoto, bici e corsa in meno di 9 ore. Vi diremmo di più, ma saranno 20 minuti che scriviamo e siamo davvero sfiniti.

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.