Italia – Liechtenstein, le pagelle

BUFFON s.v. – Passa 90 minuti di tranquillità. Succede, quando non giochi contro Cristiano Ronaldo.

DARMIAN 6 – Nel primo tempo gioca in fiducia, forse cosciente di avere davanti il Liechtenstein. Nel secondo tempo cala alla distanza, forse cosciente di essere Darmian.

BARZAGLI 6,5 – Trova anche il modo di spingersi in avanti. “Allora è così, qui giù!”.

CHIELLINI 6,5 – Sicuro e impeccabile, poi prova il tiro da fuori.

SPINAZZOLA 7,5 – La buona notizia è che abbiamo trovato un buon terzino per i Mondiali. Quella cattiva è che forse non ci andremo.

DE ROSSI 6 – Tatticamente importantissimo: senza di lui ci sarebbe il rischio di richiamare Thiago Motta.

PELLEGRINI 6 – Perfettamente a suo agio contro undici sconosciuti. Bravo, Coso.

CANDREVA 5,5 – Segna all’inizio un bellissimo goal annullato ingiustamente, poi si offende e non gioca più.

dal 60’ BERNARDESCHI 6,5 – Realizza il suo primo goal in Nazionale e durante l’esultanza chiede un aumento ai Della Valle.

IMMOBILE 5,5 – Ha molte occasioni di lasciare il segno, ma Ventura lo toglie proprio quando aveva compreso di essere in campo.

 dal 66’ EDER 6,5 – Entra e realizza il primo gol in casa da quando gioca con l’Italia, subito dopo aver capito che tanto per lui son tutte trasferte.

BELOTTI 6,5 – Nel primo tempo non incide, nel secondo sale in cattedra e realizza un gol, un assist e una polluzione per Cairo.

 dal 76’ GABBIADINI 6,5 – Segna nel finale e per una norma Fifa questo causa la fine ufficiale della stagione.

INSIGNE 8 – Immarcabile, qualsiasi cosa tocca il Re Mida azzurro diventa oro, con grande stupore dell’andrologo.

VENTURA 7 – Tutti i suoi cambi segnano un gol e non può essere un caso: quest’uomo aveva proprio sbagliato la formazione iniziale.

 

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.