Road to Istanbul #25, Porto-Juventus

La Juventus gioca sul campo del Porto nell’andata degli ott-scusate ha già preso gol mentre scrivevo quindi non so come finire la frase, vendo Citroen C1 usata ma in ottime condizioni, telefonare al 393474679.

I bianconeri vanno subito sotto per il gol di Taremi dopo un clamoroso errore di Bentancur, che pone fine al dibattito sulla costruzione dell’azione dal basso provando che va bene se non la fa lui.

Lo svantaggio però non cambia i piani tattici di Pirlo che imposta la partita esattamente come l’aveva preparata: facendo cagare per tutto il primo tempo. I padroni di casa infatti sono così compatti che Cristiano Ronaldo non ha nemmeno spazio per alzare le braccia sconsolato.

Però nulla è perduto e la Juventus torna in campo nella ripresa con grande determ-eccheccazzo hanno di nuovo preso gol mentre scrivevo, comunque la frizione scala un po’ alta ma è una macchina affidabile.
È Marega a segnare il 2-0 al primo minuto del secondo tempo, dopo aver battuto un calcio d’inizio da ottima posizione.

I campioni d’Italia rischiano di prendere il terzo gol e si svegliano anche perché l’effetto del Rufis svanisce: a meno di 10 minuti dalla fine, Chiesa trova l’importantissimo gol del 2-1 su bel cross di Rabiot che raggiunge Bentancur per numero di assist forniti nella partita.

Proprio nel recupero c’è un episodio contestato, con Ronaldo che cade in area. Dopo un silent check, Var e arbitro valutano il contatto e decidono che ci sono gli estremi per metterlo sulle prime pagine dei giornali pur di non parlare della prestazione della Juventus.

Anche quest’anno i bianconeri sono chiamati a rimontare una doppia sfida di Champions, ma l’impressione è che il 9 marzo servirà un’altra squadra.
Per questo Agnelli sta pensando di noleggiare il Bayern Monaco.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.