Road to Gdansk #10, Lazio-Cluj

In un Olimpico quasi deserto a causa del mancato avviso dell’Uefa che stavolta si poteva andare, Inzaghi si affida al turnover e rivoluziona la Lazio affidando le chiavi del centrocampo a Cataldi, a cui chiede di innaffiare il prato e di portare a pisciare Bobby Adekanye.

Al Cluj basta un punto e difatti i romeni partono chiusi nella loro metà campo mentre la Lazio gioca in un fazzoletto, lo stesso che sarà usato per salutare la competizione.

Al 24esimo la Lazio passa grazie a Correa, innescato da Adekanye che lascia scorrere un pallone magistralmente servito da Luis Alberto che nel frattempo con il tasto verde del telecomando stava votando l’esibizione di un cantante di X Factor.

Nella ripresa Petrescu prova a strigliare i suoi ricordando ai giocatori che il punto che manca potrebbero anche farlo oggi, senza dover per forza aspettare l’arrivo dei panchinari del Celtic.

La ripresa offre diverse occasioni ma nessun gol e la Lazio può festeggiare sotto ai suoi tifosi: Augusto e Massimiliano.

Nonostante la vittoria agli uomini di Inzaghi servirà un’impresa, devono vincere in Francia e convincere il Celtic a giocare senza correre sulle mani.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.