Road to Gdansk #7, Borussia Mönchengladbach-Roma

Al delicato match di Mönchengladbach, la Roma si presenta in campo senza effettuare turnover, cioè Florenzi non gioca nemmeno stavolta.

Nel primo tempo ritmi alti ma pochi pericoli, con la Roma che si fa notare quando Pastore dribbla quattro avversari e va vicino al gol che l’avrebbe riportato al PSG.

Il vantaggio tedesco arriva sul finire di primo tempo, grazie a un intervento in scivolata di Fazio che anticipa nessuno e insacca la propria porta. È un peccato, perché la prestazione di Fazio rischia di essere giudicata da questo autogol dimenticando tutte le vaccate che farà nell’arco dei 90 minuti.

Nel secondo tempo la Roma entra in campo col piglio giusto e arriva al meritato pari, grazie a un intervento in scivolata di Fazio che anticipa nessuno e insacca la porta avversaria. Impressiona la somiglianza delle due reti e la capacità di Fonseca di sistemare la partita a metà gara semplicemente dicendo a Fazio che non si sarebbe invertito il campo.

A questo punto i giallorossi sono arrembanti e meriterebbero il vantaggio, ma sbagliano spesso l’ultimo passaggio, cioè la danno a Kluivert.

E il calcio si sa com’è: gol mangiato, Fazio subìto. Difatti il centrale argentino al 95° perde la marcatura di Thuram che insacca di testa indisturbato.

Ora il discorso qualificazione si complica, con una Roma sin qui danneggiata dagli arbitri che dovrà andare a vincere a Istanbul. Ma per fortuna lì gli arbitri non subiscono pressioni politiche.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.