Road to Istanbul #4, Midtjylland-Atalanta

L’Atalanta arriva all’esordio in Champions nel peggior momento possibile, ovvero dopo una partita in cui non ha segnato 5 gol. Contro il Midtjylland, Gasperini si affida alla sua formazione tipo: 10 giocatori a caso che servono per fare dire ai commentatori quanto sia forte Gomez.

Tra gli avversari, l’attenzione è tutta per Pione Sisto viste le sue capacità nel saltare l’uomo, ma soprattutto perché in Italia fatichiamo ancora a concepire che esista un danese nero.

I padroni di casa partono fortissimo e l’Atalanta non riesce a sviluppare il suo gioco che tutti elogiavano lo scorso anno, soprattutto perché era basato su Ilicic. Dopo dieci minuti la squadra di Gasperini si scuote e iniziano ad arrivare le prime occasioni con il giocatori del Midtjylland così chiusi nella propria trequarti che l’arbitro è costretto a intervenire per fare rispettare il distanziamento.

Dopo un palo di Zapata, l’Atalanta passa in vantaggio: su un calcio d’angolo, Romero trova lo stesso Zapata inspiegabilmente libero in area che segna il più semplice dei gol: quelli contro le squadre scandinave.

I danesi non ci stanno e cercano di dare fastidio all’Atalanta in difficoltà con la loro arma migliore, ossia incalzare la UE a non concedere prestiti all’Italia. Passano dieci minuti e i nerazzurri passano ancora: Gomez riceve palla al limite dell’area e lascia partire un tiro che colpisce un legno e si insacca, dimostrando di saper fare tutto quello ha fatto Zapata ma in un colpo solo.

Al 42’, Muriel sfrutta una respinta corta del portiere danese e segna il 3-0 che chiude virtualmente la partita, visto che le squadre lombarde che si fanno rimontare 3 gol in Champions sono altre. Nel secondo tempo l’Atalanta si limita ad amministrare il vantaggio e Gasperini concede il debutto a Miranchuk che ci mette pochissimo a segnare e scrollarsi l’ansia da prestazione. Riversandola su Ilicic.

Esordio col botto per i bergamaschi che sembrano aver imparato la lezione dall’anno scorso quando persero 4-0 con la Dinamo Zagabria: ora i 4 gol preferiscono prenderli in campionato pochi giorni prima.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.