Usain Bolt

Nasce in Giamaica nel 1986, pochi secondi dopo lo sparo dell’ostetrica.
Il suo talento atletico è ben visibile fin dai primi anni, quando il padre non riesce mai a prenderlo per sculacciarlo.
In gioventù pratica diversi sport, soprattutto il cricket, nell’attesa che il secondo tagli il traguardo.
Avendo iniziato come duecentista, decide poi di cimentarsi anche nei 100, quando si accorge con stupore che riesce a correrli nella metà del tempo.
È primatista del mondo dei 100 m, 200 m e della staffetta 4×100, in cui corre tutte le frazioni. È inoltre la prima causa di suicidio di velocisti.
Prima della gara gli piace scherzare con pubblico e telecamere, ma solo fino al via, momento in cui inizia a scherzare con gli avversari.
Grande appassionato di calcio, sogna di giocare nel Manchester United e ora che c’è Mourinho un contropiedista come lui potrebbe fare comodo.

(immagine: https://crishmish.files.wordpress.com)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.