pagellone

Il pagellone settimanale – 09/01-15/01

VOTO 10: LUCIANO SPALLETTI – Il suo Napoli gioca divinamente e con l’inseguimento ad Allegri a fine partita si dimostra più in forma di tanti giocatori della Juventus.

VOTO 9: PAULO DYBALA – Le sue prestazioni potrebbero essere utilizzate dagli avvocati della dirigenza bianconera per chiedere l’infermità mentale.

VOTO 8: ATALANTA – Segna con sette giocatori diversi, per smentire il fatto che Gasperini possa dire a qualcuno di non calciare in porta.

VOTO 7: LAUTARO MARTINEZ – All’Inter gioca più sereno, considerando che l’argentino che si gioca il posto con lui è Joaquin Correa e non Julian Alvarez.

VOTO 6: DAVIDE BALLARDINI – Grazie alla sua forza di volontà e a professionisti specializzati pare finalmente uscito dal tunnel della dipendenza dalla panchina del Genoa.

VOTO 5: DAVIDE NICOLA – Esonerato dopo la disfatta di Bergamo, avrà più tempo per preparare al meglio il prossimo Giro d’Italia.

VOTO 4: RUAN TRESSOLDI – Il suo errore sul secondo gol è il simbolo del momento difficile del Sassuolo, il suo cognome invece è il simbolo della svalutazione della rosa.

VOTO 3: THEO HERNANDEZ – È riuscito ad abbinare abilità difensive e offensive in una sola azione, anticipando nettamente Blin e mettendo la palla in rete.

VOTO 2: GLEISON BREMER – Il Governo deve avergli dato la colpa per l’aumento del prezzo della benzina, dato che ha deciso improvvisamente di scioperare.

VOTO 1: DODO – Con comportamenti così imprudenti, non stupisce che si siano estinti.

VOTO 0: GERARD PIQUÉ – Aveva un 10, ma non è mai stato bravo con i cambi.

 

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.