Road to Tirana #2, Zorya-Roma

La Roma torna in Conference League per superare la sconfitta nel derby, giocando in casa dello Zorya vogliosa di agguantare la qualificazione con la stessa foga con cui Zaniolo si agguanta i coglioni rivolgendosi ai tifosi della Lazio.

Neanche il tempo di cercare su Google di dove cazzo sia la squadra avversaria, che i capitolini passano: il giovane Darboe verticalizza per El Shaarawy che salta il portiere e segna a porta vuota, anche se per farlo non sarebbe neanche servito saltare il portiere.

I padroni di casa provano una reazione senza però rendersi mai pericolosi e non riuscendo a impensierire nemmeno una Roma talmente rimaneggiata che sullo stemma, al posto della lupa mette un levriero afgano.

Nella ripresa la squadra di Mourinho chiude la partita: dopo uno spavento al nono (aver visto Viña che si scaldava), i giallorossi segnano con Smalling e Abraham nel giro di tre minuti, reti che portano la Roma sul 3-0 e l’Inghilterra ad aver comunque perso la finale degli Europei.

La Roma porta così a casa una nuova vittoria in scioltezza e avanza a grandi passi verso la qualificazione ai sedicesimi di Conference League.
O gli ottavi.
Com’è che funziona ‘sta coppa?
Fammi cercare su Wikipedia.

***

Ottavi ma anche spareggi fra le seconde e chi retrocede dall’Europa League.

***

Al prossimo turno.
La Roma avanza a grandi passi verso la qualificazione al prossimo turno.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.