Road to Saint Petersburg #1, Villarreal-Atalanta

L’Atalanta torna in Champions per il terzo anno consecutivo con l’obiettivo di confermarsi una delle migliori realtà d’Europa, mentre il Villarreal torna in Champions con l’obiettivo di confermarsi una delle migliori realtà d’Europa ma con più titoli.

Gasperini deve fare a meno di Muriel, infortunato, e per questo schiera due trequartisti, sperando di litigare almeno con uno.
L’Atalanta parte meglio e passa già al sesto: Zapata riceve un cross deviato di Malinovskyi ed è bravissimo a non pensare minimamente di calciare in porta e servire invece Freuler, che da centro area batte Rulli.
La squadra di casa va quindi subito sotto, cosa che spiega perché vengano chiamati “Il Sottomarino Giallo”.

Dopo 20 minuti però incomincia a svegliarsi il Villarreal, che inizia a pressare mettendo in difficoltà i bergamaschi: al 33’ è Moreno a vedersi sbarrata la via del gol da Musso, primo giocatore della storia dell’Atalanta a non aver sfigurato all’esordio in Champions.
Il pari è però nell’aria e arriva al 38’, dopo un’azione sviluppata sulla sinistra da Moreno e Pedraza: Freuler non riesce a deviare il passaggio e Trigueros deve solo spingerla in rete.
(Spoiler: lo fa).
Passano tre minuti e Musso compie un miracolo su Moreno, lasciato solo dai difensori ospiti che pensavano si trattasse del cantante.

La ripresa si apre con un’Atalanta arrembante e ricca di soluzioni offensive, che al 46’ con Malinovskyi, al 49’ con Gosens e al 52’ con Zapata mostra al Villarreal di poter sbagliare gol in tutti i modi possibili.

Gli spagnoli però si riprendono ed Moreno, dopo l’ennesimo errore in ripartenza dell’Atalanta, si ritrova la palla sui piedi e serve Danjuma, che ringrazia e porta in vantaggio i suoi in quello che potrebbe essere lo scontro diretto per arrivare dietro United e Young Boys.

L’Atalanta rischia il tracollo ma anche senza una punta di ruolo trova il pareggio con Gosens, che ormai gioca terzino per evitare di riempire troppo gli scaffali con Scarpe d’Oro. I nerazzurri si ritrovano anche in vantaggio numerico, ma è sempre Musso al 90’ a dover impedire al Villarreal il gol con l’ennesima prodezza, per una notte che difficilmente dimenticherà: quella che gli farà ricevere un’offerta milionaria da una squadra di metà classifica della Premier.
L’Atalanta limita i danni e deve pensare alle prossime sfide con United e Young Boys: da lì si vedrà quanto saranno fastidiose le interviste post partita di Gasperini.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.