Road to Gdansk #4, Roma-CSKA Sofia e Real Sociedad-Napoli

ROMA-CSKA SOFIA

La Roma scende in campo contro il CSKA Sofia in un Olimpico che presenta il consueto numero di spettatori per una partita di Europa League.

Al solito i giallorossi impongono il proprio blasone indossando magliette molto più costose di quelle dell’avversario, ma la scelta non sembra sortire effetto e la partita si dimostra equilibrata.

Un equilibrio che Fonseca nel secondo tempo prova a interrompere schierando Juan Jesus, Fazio, Bruno Peres e Karsdorp contemporaneamente, ma i bulgari non approfittano dell’occasione e il match termina 0 a 0.

Un pari che dimostra quanto la rosa della Roma abbia due 11 distinti: uno di titolari e uno con Cristante capitano.

***

REAL SOCIEDAD-NAPOLI

La trasferta spagnola è già decisiva per il Napoli, che sul campo della Real Sociedad deve affrontare il difficile ostacolo di non giocare contro una squadra di appestati dal Covid.

Insigne e Mario Rui sciupano subito due occasioni (Insigne tira largo, Mario Rui si ricorda di essere Mario Rui) e il primo tempo si chiude a reti bianche, come spesso succede con Petagna titolare.

Nella ripresa accade poco ma il lampo arriva dopo dieci minuti, quando Politano scarica un sinistro potentissimo sulla schiena di un difensore avversario che gli ha dato del nano e il pallone deviato finisce in porta per l’1-0.

Una gran parata di Ospina mantiene il Napoli avanti e Meret nel baratro dell’alcolismo, fino al recupero in cui Osimhen viene espulso per doppio giallo dopo una gomitata (il primo preso per via dei capelli). I partenopei però trovano tre punti fondamentali per le sorti del girone e ora possono guardare al futuro con ottimismo. Per quanto possibile nel 2020.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.