Road to Istanbul #25, Atalanta-Valencia

Atalanta e Valencia arrivano all’andata dell’ottavo di finale con molta tensione addosso: gli spagnoli hanno infatti caricato la vigilia lamentandosi del terreno di gioco, a loro dire ancora troppo contaminato da Suso.

Gasperini perde Djimsiti nel riscaldamento ed è costretto a schierare Caldara che a San Siro ha lasciato un ottimo ricordo, specie se rapportato a chi al Milan ci giocava titolare.

L’Atalanta inizia subito forte pressando altissimo e vincendo quasi tutti i duelli individuali, e passa con un’azione sull’asse Gomez-Hateboer, con l’argentino che crossa e l’olandese che anticipa il suo marcatore segnando il gol del vantaggio e poi proseguendo la sua corsa abbattendo il record dei 110 ostacoli.

I nerazzurri continuano ad attaccare e trovano il gol del 2-0 con Ilicic, bravo ad addomesticare un pallone, districarsi tra Kondogbia e Mangala battendo Domenech dopo essersi ricordato di avere anche un piede destro.

Qualche svarione difensivo permette al Valencia di provare a rientrare in partita, ma Gollini fa il suo lavoro: diventare una plusvalenza estiva.

La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo, e l’Atalanta trova il terzo gol con Freuler che supera Domenech con un destro a giro. Una punizione forse troppo severa per il Valencia ma non per un portiere che si chiama come quel cagacazzi dell’ex ct della Francia.

Questione di minuti e arriva il 4 a 0 con la doppietta di Hateboer liberato dal velo di Ilicic che era in fuorigioco. L’arbitro convalida il gol dopo un check del VAR che considera lo sloveno in posizione ininfluente, tattica perfezionata negli anni alla Fiorentina.

L’ennesimo errore difensivo dell’Atalanta regala un gol agli ospiti, con Cheryshev bravo a segnare appena entrato e a mettere in apprensione la difesa atalantina quasi più di Palomino.

Il gol infatti rinvigorisce il Valencia, che prova a ridurre le distanze in più occasioni ma scuote anche Gasperini che sostituisce Caldara con Zapata per tenere in campo meno difensori possibile, visti i gol che stanno causando.

Non succede più nulla e ora l’Atalanta è più vicina ai quarti di finale: dovrà solo fare attenzione al ritorno e sperare che Florenzi contagi i compagni non solo con la varicella ma anche con la tendenza a prendere imbarcate in Europa.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.