Le 7 cose da sapere sulla nuova stagione di biathlon (prima di poterla ignorare come al solito)

  1. Come noto, il biathlon unisce il tiro con la carabina allo sci di fondo ed è quindi una disciplina tipicamente invernale; ma si può praticare anche d’estate usando degli speciali pattini detti skiroll e sparando col super liquidator.
  2. Le nazioni tradizionalmente più forti sono non a caso quelle in cui il biathlon è uno degli sport più seguiti e amati: la Germania, la Russia, la Norvegia, il regno degli orsi corazzati di Svalbard. Basti pensare che in Germania un’importante manifestazione annuale riempie lo stadio di Gelsenkirchen – per dire la disperazione dei tifosi dello Schalke 04.
  3. Nella stagione appena conclusa Dorothea Wierer ha vinto la coppa del mondo assoluta, prima azzurra in assoluto, al termine di uno spettacolare duello con Lisa Vittozzi che ha tenuto incollati allo schermo tutti gli appassionati italiani di biathlon – o almeno questa è la scusa che hanno usato con mogli e fidanzate.
  4. Ai mondiali di Östersund 2019 la stessa Wierer e Dominik Windisch – entrambi di Anterselva – hanno vinto due clamorosi ori nella stessa gara, la spettacolare mass start, in cui gli atleti partono tutti assieme e vince il primo a tagliare il traguardo – cosa che rende questo format di gara comprensibile perfino ai tifosi di calcio.
  5. In questa stagione i mondiali si terranno proprio ad Anterselva. Per l’occasione si dovrebbe muovere perfino la Rai, che potrebbe proporre la manifestazione ospitata dal piccolo comune altoatesino per colmare il vuoto nel palinsesto lasciato da “Mezzogiorno in famiglia”.
  6. Tra gli uomini dovrebbe riproporsi il duello tra il norvegese Bø, dominatore della scorsa stagione, e il francese Fourcade – vincitore di trentun coppe del mondo, sette medaglie olimpiche e venticinque mondiali – che ha avuto bisogno di una lunga pausa quando la moglie gli  ha ordinato di spolverare il salotto. Gli azzurri Windisch e Hofer saranno ovviamente pronti a dire la loro; il problema è capirli.
  7. In campo femminile, tra le avversarie più temibili delle due fuoriclasse azzurre vanno citate almeno la tedesca Herrmann, molto veloce sugli sci, la svedese Öberg, una certezza nei grandi eventi, la fortissima finlandese Mäkäräinen e le domande del cazzo dei giornalisti italiani.
Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.