Road to Istanbul #17, Juventus-Atlético Madrid

La Juventus ospita l’Atletico Madrid con la speranza di blindare il primo posto nel girone e di ricordare a Ronaldo e Bernardeschi che un tempo facevano anche grandi partite.

L’inizio della squadra bianconera è incoraggiante, con buon possesso palla e pressing che mettono in difficoltà un Atletico Madrid così timido che in caso di gol, Simeone avrebbe afferrato due mandarini.

Dybala (il migliore dei suoi anche solo per la scelta di non passarla mai a De Sciglio) impegna Oblak mentre dall’altro lato Saul si rende pericoloso in due occasioni: prima spreca di testa un bel cross di Lodi e poi ci prova da fuori con Szczesny che blocca in due tempi anticipando Morata prontissimo a sbagliare il tap-in.

Tutto sembra portare a uno 0-0 all’intervallo, specialmente il fatto che Ramsey in campo è meno attivo dei giocatori dell’Inter a letto, ma è proprio Dybala a trovare il jolly al 45esimo con una gran punizione quasi dalla linea di fondo che sorprende Oblak convinto che in quello stadio i calci da fermo li tirasse tutti Ronaldo.

La ripresa si apre con un Atletico Madrid più arrembante anche per i cambi di Simeone che inserisce Joao Felix, Lemar e Correa per aumentare la pericolosità offensiva e diminuire i rimpianti del Milan per non aver preso l’argentino.

Nella Juve entra Bernardeschi che si rende subito pericoloso trovando un clamoroso palo dalla distanza, chiedendo poi scusa ai compagni perché si trattava solo dell’ennesimo passaggio filtrante sbagliato. Cristiano Ronaldo prova a punire i Colchoneros in contropiede ma spara alto di sinistro perché non riesce a coordinarsi bene mentre aspira lo spray per l’asma.

L’Atletico Madrid spinge fino alla fine ma su Correa arriva De Ligt con un salvataggio incredibile (perché col corpo e non col braccio) blindando l’1-0 e il primo posto nel girone per la Juventus, che si è guadagnata un sorteggio favorevole ma che purtroppo non potrà farla giocare di nuovo contro la squadra di Simeone.

Traguardo raggiunto per i bianconeri che ora possono prepararsi con calma all’ultima trasferta in casa del Bayer Leverkusen. Nel senso che stanno mettendo già in carica le loro Nintendo Switch per avere qualcosa da fare in quei 90 minuti.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.