Wimbledon 2019 – Le pagelle

Novak Djokovic – 10

Si dimostra vincente la sua strategia di continuare a giocare la finale finché Federer non ha maturato i requisiti per la pensione.

 

Simona Halep – 10

Finalmente la rumena farà smettere di far parlare di sé solo per la riduzione del seno. Perché contro la Williams ha dimostrato di avere anche due coglioni grossi così.

 

Roger Federer – 9

Perde la finale, ma scrive un ennesimo record: è il primo giocatore a perdere due volte “la più grande finale di Wimbledon di tutti i tempi”.

 

Cori Gauff – 8

Ha perso contro la futura campionessa, ma ha ancora almeno 15 anni di carriera ad alti livelli davanti. Sempre se nel prossimo futuro le donne di colore avranno ancora il diritto di giocare a tennis.

 

Roberto Bautista Agut – 7

Gioca un grande torneo, ma dimostra così poca fiducia in se stesso non solo da aver programmato l’addio al celibato nel giorno della semifinale, ma da aver già contattato un buon avvocato divorzista.

 

Matteo Berrettini – 6

Ha già detto a Djokovic che per una sua lezione di tennis pagherebbe più che per una lezione di Federer.

 

Serena Williams – 5

Non segue i consigli di Studio Aperto per gli anziani e gioca una finale nelle ore più calde della giornata.

 

Dominic Thiem – 4

L’erba non la digerisce proprio e lo dimostra quando prima dell’esordio ordina un’insalata di argilla.

 

Alexander Zverev – 3

Esce al primo turno contro Jiri Vesely, tennista noto per aver battuto Zverev a Wimbledon 2019.

 

Fabio Fognini – 2

Si augura che l’All England Club venga distrutto da una bomba. Tanto le probabilità che l’esplosione avvenga quando lui è ancora in gara sono pochissime.

 

Stefanos Tsitsipas – 1

Perde al primo turno con Fabbiano, bravissimo a fargli credere che fossero solo due racchettate di allenamento.

 

Nick Kyrgios – 0 

Con la preparazione e la gestione della partita contro Nadal, diventa il primo tennista della storia a cui per fare il salto di qualità basterebbe la testa di Fognini.

 

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.