ROAD TO MADRID #4 – JUVENTUS-ATLETICO MADRID

Dopo settimane di fervente attesa, la Juventus sfida l’Atletico Madrid nella Partita con la P di “PerfortunanongiocaDeSciglio” maiuscola.

I bianconeri partono subito con grande intensità e sorprendono le scelte tattiche di Allegri che schiera alcuni giocatori in ruoli insoliti, come Emre Can in difesa e Spinazzola titolare.

La Juve passa in vantaggio dopo pochissimi minuti ma la rete viene annullata dall’arbitro perché nella mischia Oblak ha subito un danno notevole: prendere gol da Chiellini.

Cristiano Ronaldo porta avanti i suoi al 27esimo e permette ai bianconeri di andare al riposo sull’1-0. Da segnalare all’ultimo minuto del primo tempo una grande occasione per Morata che sbaglia dimostrandosi sempre decisivo in Champions League per la Juventus.

La squadra di Allegri non si ferma e CR7 trova anche il 2-0 nella ripresa sovrastando Godin che dimostra di essersi già ambientato all’Inter.

La Juventus va vicinissima al 3-0 con Kean che a tu per tu con Oblak paga l’errore di non aver premuto R1 per fare il tiro a giro.

La svolta è comunque vicina e all’84esimo Bernardeschi scappa via a Correa che rapito dalla bellezza della sua progressione lo stende in area pur di chiedergli l’autografo.

Ronaldo segna il calcio di rigore e firma la tripletta che dà il successo alla Juventus. Il portoghese poi esulta con un gesto volgare con le immagini che sono state subito acquisite dalla polizia di Las Vegas.

I bianconeri ora volano ai quarti con la convinzione che vincere questa Champions League è possibile. Basta che dopo la finale si giochi anche la partita di ritorno.

Per chi non potesse seguirci tramite i social è nato "Unfair Play - Il canale Telegram più ostinato": t.me/unfairplay
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.