Inghilterra-Italia, le pagelle

DONNARUMMA 6 – Incolpevole sul gol. È questo il suo nuovo soprannome.

ZAPPACOSTA 6 – Con lui dovremmo aver terminato l’elenco dei terzini per caso, iniziato con Abate.

RUGANI 5 – Sul vantaggio inglese si mostra davvero troppo ingenuo credendo che Vardy gli abbia rubato il nasino.

BONUCCI 5,5 – Sul gol inglese mostra tutta la sua esperienza: sbaglia il passaggio in uscita, è in ritardo su Vardy, ma fa in modo che gli errori più gravi li commettano Parolo e Rugani.

DE SCIGLIO 6 – Attento, preciso, puntuale: l’Italia deve senz’altro partire da lui per ricostruire il settore amministrativo e organizzativo.

PELLEGRINI 6 – Gioca a testa alta. Per questo non la passa mai a Insigne.

dal 79’ GAGLIARDINI S.V. – Entra nel finale perché Pellegrini ha preso un colpo. Quando ha visto che si scaldava Gagliardini.

JORGINHO 5 – In Nazionale sembra un lontano parente del giocatore del Napoli. Il trisnonno italiano.

PAROLO 5 – Prestazione incolore, con tanti errori e pochi spunti positivi: questo il testo della futura biografia del giocatore.

CANDREVA 5,5 – Dopo pochi minuti serve un cross perfetto a Immobile. Passa il resto della partita nello stupore.

dal 55’ CHIESA 6,5 – Entra e cambia la partita. L’unica speranza per la Nazionale è assumere il padre Enrico come stallone da monta.

IMMOBILE 5 – È così impreciso che prima della partita canta a squarciagola “God Save The Queen”.

dal 64’ BELOTTI 5,5 –  Continua la sua pessima stagione, al punto che Cairo ha affermato che i 100 milioni della clausola vanno bene anche in lire.

INSIGNE 5,5 – Primo tempo incolore, migliora nella ripresa, eccezionale una volta tornato a Napoli.

DI BIAGIO 5,5 – La sua ultima partita sulla panchina della Nazionale finisce con una nota positiva: è stata la sua ultima partita sulla panchina della Nazionale.

(immagine: http://www.goal.com)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.