Road to Lyon #4

Anche questa settimana possiamo parlarvi delle italiane in Europa League senza vergognarci, a parte Bonucci.

***

LAZIO – VITESSE
La Lazio gioca contro il Vitesse davanti a un pubblico ridottissimo, composto unicamente da tifosi usciti di casa per non essere costretti a guardare X-Factor.

I biancocelesti vanno sotto ma pareggiano grazie a un gol di Luis Alberto che con un gran destro al volo fulmina il portiere degli olandesi facendo attenzione a non svegliarlo.

La Lazio era comunque già qualificata, quindi la gara è stata così inutile che nelle interviste Inzaghi ha detto di rimpiangere il non essere rimasto a casa a guardare X-Factor.

MILAN – AUSTRIA VIENNA
Inizia malissimo la serata per il Milan: sul vantaggio degli austriaci, male Bonucci che tiene in gioco l’avversario, si fa sfilare la palla sotto le gambe sulla linea di porta, evita di sbattere sul palo.

I rossoneri reagiscono subito e nel giro di pochi minuti ribaltano la situazione e poi dilagano grazie ai goal di Andrè Silva e soprattutto Cutrone, che con questa doppietta diventa il primo giocatore della storia ad andare in goal su assist di Borini e Antonelli.

Con questo risultato il Milan blinda il primo posto nel girone e ora potrà dedicarsi completamente ad altri obiettivi più ambiziosi, come quello di restare nella parte sinistra della classifica in campionato.

EVERTON – ATALANTA
Impresa dei giocatori dell’Atalanta al Goodison Park. A fine partita, erano tutti sobri.

Nerazzurri subito avanti con Cristante, che continua la sua grandissima stagione che lo ha visto passare in pochi mesi da oggetto misterioso a plusvalenza galattica.

La partita finisce in trionfo, gli uomini di Gasperini dilagano grazie alle reti di Gosens e Cornelius, che in una sera supera il numero di gol della carriera di Petagna.

(immagine: http://www.pasionfutbol.com/)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.