Road to Lyon #3

Anche per questo turno abbiamo seguito per voi l’andamento delle italiane in Europa League, tutte prime nei rispettivi gironi ma ultime nei ratings televisivi.

***

AEK ATENE-MILAN

Il Milan arriva in Grecia per chiudere il discorso qualificazione ai sedicesimi di Europa League. O forse solo per chiedere un prestito.

La partita in casa dell’AEK Atene si chiude con uno scialbo 0-0, coi rossoneri che hanno faticato così tanto a rendersi pericolosi che Montella a un certo punto ha mandato a scaldarsi Montella.

Il Milan rimane primo nel girone ed è vicino al passaggio del turno, ma alcuni giocatori hanno chiesto la cessione pur di non vederlo più giocare.

***

APOLLON LIMASSOL-ATALANTA

L’Atalanta va a Cipro con grande entusiasmo, sia perché ci arriva da prima nel girone, sia perché i molti giovani in squadra credono sia Erasmus.

La squadra di Gasperini va in vantaggio con un rigore di Ilicic ma viene raggiunta al 94esimo, dopo aver colpevolmente sottovalutato l’Apollon Limassol, credendolo una pomata per le emorroidi.

Festa solo rimandata per l’Atalanta, che già nella prossima giornata potranno dimostrare che una squadra italiana nerazzurra può anche far bene in un girone di Europa League.

***

LAZIO-NIZZA

Per la sfida con il Nizza, Inzaghi utilizza il turnover, lasciando fuori titolari come Immobile e Milinkovic-Savic, i francesi si schierano con la migliore formazione, lasciando fuori Balotelli.

La Lazio dimostra di saper colpire anche coi giocatori che il mister biancoceleste ha schierato meno, come Le Marchand, che segna l’autogoal decisivo nel recupero del secondo tempo.

Gli uomini di Inzaghi raggiungono così la qualificazione ai sedicesimi di Europa League con due turni d’anticipo, impresa solo sfiorata dal Napoli.

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.