NBA Finals 2017 : Cleveland Cavaliers – Golden State Warriors

PRESENTAZIONE DELLA SERIE

Le Finals di questa stagione sono il terzo atto della più grande rivalità NBA degli ultimi 15 anni dopo quella fra De Andre Jordan e i tiri liberi. Cleveland-Golden State si sfidano per l’anello per la terza volta consecutiva, un epilogo così scontato che i bookmakers la quotavano quanto una stagione di merda dei Knicks.

Gli Warriors arrivano in finale dopo un percorso incredibile ai playoffs in cui hanno collezionato 12 vittorie e una ventina di caviglie degli avversari. Un percorso netto in cui hanno letteralmente umiliato gli avversari, specialmente concedendo molti minuti a JaVale McGee. E questi risultati sono ancora più impressionanti se pensiamo che in panchina continua a non esserci Steve Kerr per i noti problemi fisici che lo tormentano da quando in partitella è stato marcato da Pachulia. Oltre al quintetto spaziale con Thompson, Curry, Durant e Green, i Warriors possono contare anche su una panchina solida, in particolare su un Iguodala che si è pienamente ristabilito dopo essere stato 12 mesi in analisi in seguito alla stoppata di James.

I Cavaliers infatti sembrano ormai finalmente liberi da quel peso che li ha tormentati per tanto tempo: Varejao. Anche la squadra di Tyron Lue arriva a queste Finals senza aver sudato più di tanto, almeno se escludiamo i festeggiamenti post-partita di J.R. Smith. Il Coach dei Cavs ha smentito tutti quelli che pensavano non potesse gestire uno spogliatoio così pieno di star, dimostrando che l’unica persona che può scavalcarlo rimane Iverson. Oltre alle due stelle James e Irving, Kevin Love potrebbe essere l’arma decisiva per contrastare Pachulia, visto che ormai quando tira non salta neanche più.

L’UOMO PIÙ ATTESO

KEVIN DURANT
Arrivato a Golden State perché in Oklahoma c’erano ancora 2 o 3 persone che non odiavano gli Warriors, KD è riuscito ad integrarsi bene con il resto della squadra, merito del lavoro dello staff tecnico e dell’ordine restrittivo che impedisce a Westbrook di stare a meno di 500m da lui.

LEBRON JAMES
Segna, fa assist e difende in maniera così aggressiva che Trump ha intenzione di metterlo al confine per stoppare i messicani che provano ad entrare in America. James è forse nel suo stato di forma migliore e sta provando così tenacemente a diventare come Michael Jordan che Bugs Bunny ha paura di trovarselo fra i coglioni.

PRONOSTICO
Guardando l’andamento di questi playoff, l’unico pronostico possibile è che la serie finisca 4-4 ma gli Warriors sembrano partire favoriti per vincere l’anello o nella peggiore delle ipotesi a chiedere a Matt Barnes di rubarne uno dalle dita di LeBron. Occhio a dare per morti i Cleveland che sanno come si batte Golden State: aspettando che Draymond Green si faccia squalificare.

(immagine: http://www.rushhourdaily.com)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.