NBA Unfair Preview 2016/2017 – Western Conference

SOUTHWEST DIVISION

San Antonio Spurs
L’assenza di Duncan si farà sicuramente sentire nello spogliatoio Spurs, tanto che Popovich ha già chiesto a Leonard di farsi carico anche dei silenzi di Tim. Con Ginobili e Parker confermati, toccherà al nuovo arrivo Gasol fare il terzo a canasta.
Pronostico: Saranno loro ad allenare Golden State prima delle finals con Cleveland.

Houston Rockets
Con l’arrivo di D’Antoni per James Harden cambia tutto: ora potrà non difendere senza fare incazzare il coach. Dwight Howard verrà sostituito da Clint Capela, che pareva l’unico in grado di garantire continuità, in quanto a precisione dalla lunetta.
Pronostico: Obiettivo dichiarato è poter assistere al primo turno di playoff di Golden State senza bisogno di pagare il biglietto.

Memphis Grizzlies
Sono gli stessi del 2015/2016, che in fin dei conti erano quelli del 2014/2015, che a loro volta somigliano molto a quelli del 2013/2014. Praticamente nel Tennessee l’unica possibilità di cambiamento è sperare, per una volta, di essere eliminati nei Playoff dai Clippers.
Pronostico: Puntare 10$ sulla loro eliminazione al primo turno dei playoff è conveniente solo se il centro scommesse è raggiungibile a piedi.

Dallas Mavericks
Da Golden State sono arrivati Harrison Barnes e Andrew Bogut, convinti da Cuban che aveva mostrato loro di avere S. Curry nel roster. Da allora il buon Seth sta allenandosi sui tiri da centrocampo, masticando un paradenti, mentre Dirk Nowitzki risponde in tedesco alle richieste di chiarimento dei due nuovi arrivi.
Pronostico: Playoff plausibili, eliminazione al primo turno molto probabile, bestemmie di Cuban certe.

New Orleans Pelicans
Ormai Anthony Davis è talmente un riferimento per i Pelicans che per imitarlo Tyreke Evans ha deciso di infortunarsi subito e Omer Asik si è fatto fare un trapianto alle sopracciglia. Il nuovo arrivo dal draft è Buddy Hield, realizzatore talmente letale che potrebbe mettere un ventello anche partendo dalla panchina, più almeno altri dieci una volta messo in campo.
Pronostico: L’obiettivo dichiarato è quello di giocare 82 partite, ma potrebbero fallire pure questo.

***

PACIFIC DIVISION

Los Angeles Lakers
Nell’anno zero del post-Bryant, i Lakers ripartono da un nucleo di giovanissimi (Russell, Clarkson, Randle e il rookie Ingram) che probabilmente sarà pagato con i voucher. Molti vedono in Ingram un nuovo Durant, nel senso che fra qualche anno manda a cagare i Lakers e se ne va ai Warriors. Dal mercato dei free agent sono arrivati un inglese (Deng), un russo (Mozgov), un cinese (Jianlian) e uno spagnolo (Calderon): insomma, ci sono tutti gli ingredienti per un’ottima barzelletta.
Pronostico: dopo la stagione che sarà ricordata come quella del tour d’addio di Kobe, l’obiettivo è impedire che torni perché si era dimenticato di salutare qualcuno.

Los Angeles Clippers
Per il trio Paul-Griffin-Jordan potrebbe essere l’ultima possibilità di vincere il titolo prima dell’ultima possibilità del prossimo anno. La panchina è stata rinforzata, nonostante non ci si debba più sedere Glen Davis. In questa stagione Blake Griffin è atteso alla prova della maturità: l’incontro con Klithsko.
Pronostico: partono a riflettori spenti ma quest’anno potrebbero sorprendere tutti cominciando a infortunarsi molto prima.

Golden State Warriors
L’amaro finale della scorsa stagione è stato cancellato dal trionfo sul mercato: è arrivato Kevin Durant e anche una nuova fornitura di palloni che ora dovrebbero bastare per tutti. Ripartono con la voglia di far vedere al mondo qualcosa che non si era mai visto, che è più o meno quello che ha pensato Green quando ha tirato fuori l’uccello su Snapchat.
Pronostico: obbligati a vincere, anche perché oltre a Durant sono arrivati anche Pachulia e West ma soprattutto si è tolto dal cazzo Varejao.

Sacramento Kings
Via Rondo, Belinelli e altri, ma la principale novità è la nuova Arena, resasi necessaria perché Cousins aveva distrutto tutti gli spogliatoi della vecchia. Squadra con grandi limiti caratteriali: oltre a Cousins, Collison è accusato di violenza domestica, Lawson ha problemi di alcolismo e in più c’è Matt Barnes. E questi sono quelli normali.
Pronostico: l’unico obiettivo plausibile è che grazie all’arrivo in panchina di Joerger, mago della difesa, i punti subiti a partita scendano a 170.

Phoenix Suns
Dopo le lunghe assenze dello scorso anno, quest’anno Bledsoe e Knight non potranno più raccontare che gli è morta la nonna e saranno costretti a giocare con questi Suns. È tornato Barbosa, che a Phoenix aveva lasciato un ottimo ricordo, in particolare nei gruppi di ballo latino-americani.
Pronostico: playoffs lontani, l’obiettivo è far crescere i giovani, in particolare Booker, che nella sua stagione da rookie ha stupito tutti per la sua capacità di resistere alle tentazioni della droga nonostante vedesse in che squadra era finito.

***

NORTHWEST DIVISION

Denver Nuggets
I tre nuovi arrivi, Hernangomez, Beasley e Murray, sono talmente giovani che il loro coach è l’unico Malone che abbiano mai visto in NBA. Nel ruolo di centro per risolvere il ballottaggio fra il serbo Jokic e il bosniaco Nurkic si pensa di ricorrere ai caschi blu dell’ONU.
Pronostico: secondo Gallinari questa squadra può arrivare in alto, ma era la domanda sull’AJ Milano.

Minnesota Timberwolves
La squadra del futuro, anche perché il passato fa cagare. I T-Wolves hanno in Wiggins e Towns due futuri hall of famer, che ora potranno anche giocare più tranquilli senza Garnett che gli strilla nelle orecchie tutto il tempo. L’arrivo in panchina di Tom Thibodeau porta disciplina, difesa e una grande esperienza di serie di playoffs perse.
Pronostico: l’obiettivo è ambizioso ma assolutamente alla portata: il terzo titolo consecutivo per LaVine nel Dunk Contest.

Oklahoma City Thunder
I tifosi dei Thunder hanno bruciato le maglie di Durant e già che c’erano hanno usato quelle di Waiters come carbonella. Westbrook, rimasta l’unica star, potrà fare e disfare a proprio piacimento, esattamente come prima, però ora comprensibilmente. Preoccupa la panchina, in particolare Kanter, visto quanto sta sul cazzo a Erdogan.
Pronostico: Obiettivo primario è battere i Warriors di Durant, o nel caso si trovi una mazza abbastanza resistente, battere proprio lui.

Portland Trail Blazers
Dopo la sorprendente passata stagione, hanno rifirmato i loro giovani a cifre impressionanti: 106 milioni a McCollum, 75 a Crabbe, poi il gatto si è alzato dalla tastiera del gm. Squadra puntellata dagli arrivi di Turner ed Ezeli, che ha firmato accettando la clausola che gli impedisce di giocare le eventuali gare 7.
Pronostico: potrebbe confermarsi quarta forza a ovest, ma se le cose dovessero girare per il verso giusto e non ci fossero infortuni, potrebbe addirittura confermarsi quarta forza a ovest.

Utah Jazz
La stagione non è partita nel migliore dei modi con l’infortunio alla mano di Gordon Hayward, che ha costretto la dirigenza a correre ai ripari bloccandogli Pornhub. L’arrivo di Boris Diaw garantisce al reparto lunghi quelle competenze enogastronomiche che mancavano.
Pronostico: buona squadra, allenata bene e puntellata con gente d’esperienza (J.Johnson, G.Hill, lo stesso Diaw), ma l’obiettivo resta una crescita graduale anno dopo anno, anche perché meno attrattiva per i free agent di Salt Lake City c’è solo Rovigo.

***

E infine, una nostra previsione sul possibile MVP.

Russell Westbrook
Dopo l’addio di KD ed Ibaka, ora in casa Thunders comanda davvero lui, tanto che Oladipo prima di entrare in campo gli chiede se deve mettere le pattine. Russ ha già dichiarato di aver voltato pagina e che non risponderà più a domande su Durant ma solo a domande sulla mamma di Durant.

(immagine: http://www.thesportsquotient.com/)

La redazione di Unfair Play, contro lo sport più ostinato.
Loading Facebook Comments ...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.